OUR LADY OF MOUNT CARMEL AND THE SCAPULAR

BEATA MARIA VERGINE DEL MONTE CARMELO E LO SCAPOLARE

La Beata Maria Vergine del Monte Carmelo, conosciuta anche come Madonna del Carmelo, è venerata come la patrona dell'Ordine del Carmelo e come protettrice di coloro che indossano il Santo Scapolare.


L'origine della devozione alla Madonna del Carmelo

In Israele, ai piedi del Monte Carmelo, si trova un monastero carmelitano chiamato Stella Maris "Stella del Mare", costruito sopra una grotta in cui, secondo la tradizione, il profeta Elia, ispirato da Dio, sfidò i profeti di Baal e vinse.
Successivamente, Elia profetizzò la fine di una siccità di tre anni, quando una piccola nuvola si alzò dal mare e portò abbondanti piogge. I carmelitani interpretarono questa visione come un segno della futura venuta della Vergine Maria, la vera "Stella del Mare", e della grazia e misericordia che sarebbero state portate da Gesù.
In seguito, si ritiene che altri eremiti abbiano seguito le orme di Elia e si siano stabiliti nelle grotte del Monte Carmelo, anche se i documenti confermano la loro presenza solo a partire dal XIII secolo. Nel 1209, un gruppo di eremiti chiese al vescovo Alberto, patriarca latino di Gerusalemme, di fornire loro una regola di vita. Il vescovo Alberto accettò e così nacque l'Ordine dei Fratelli della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo, noti come Carmelitani. Uno dei loro primi atti fu la costruzione di una cappella dedicata a Maria, Stella del Mare, Stella Maris. Nel 1226, la loro regola fu approvata dal papa Onorio.
Dopo la fondazione dell'Ordine dei Carmelitani, alcuni eremiti dovettero fuggire dalla Terra Santa a causa dell'invasione musulmana e si stabilirono in diverse parti d'Europa, inclusa Aylesford in Inghilterra. Si ritiene che Simone Stock sia stato uno dei primi a unirsi a loro. Gli eremiti carmelitani rappresentavano una nuova forma di vita religiosa, vivendo come eremiti anziché come membri di comunità più strutturate come i Benedettini o i Cistercensi. Trovarono difficoltà ad essere accettati ampiamente. Nel 1247, Simone Stock fu eletto Superiore Generale dei Carmelitani. Il 16 luglio del 1251, la Beata Vergine Maria apparve a Simone tenendo in mano lo scapolare marrone, promettendo che sarebbe stato un segno di salvezza, protezione e promessa di pace per tutti i Carmelitani. Nel corso dei secoli, i Carmelitani svilupparono una profonda devozione verso la Vergine Maria, indossando lo scapolare e celebrando liturgie in suo onore. Nel XV secolo, l'ordine si aprì anche alle donne e sviluppò un terz'ordine laicale. Nel 1726, papa Benedetto XIII inserì la festa di Nostra Signora del Monte Carmelo nel calendario liturgico universale della Chiesa.


Lo Scapolare del Carmelo: Un Simbolo di Appartenenza a Maria

La devozione verso lo Scapolare Carmelitano va ben oltre il semplice gesto esteriore. Oltre ad essere un simbolo di devozione mariana, questo indumento è associato a una promessa di liberazione dalle pene del Purgatorio. La tradizione narra che la Beata Maria Vergine del Monte Carmelo fece questa promessa a San Simone Stock, il quale si dedicò a diffondere la devozione verso di Lei e compose l'inno Flos Carmeli in suo onore.


Lo Scapolare del Carmelo e il "Privilegio Sabatino"

Lo Scapolare del Carmelo è associato a un privilegio speciale, noto come "privilegio sabatino". Secondo questa promessa fatta dalla Madonna a San Simone Stock, coloro che indossano degnamente lo scapolare del Carmelo e muoiono con esso indosso saranno liberati dalle pene del Purgatorio. Questo privilegio è stato un grande conforto per numerosi fedeli che hanno trovato nella devozione allo scapolare una speranza di salvezza eterna.
Indossare lo scapolare del Carmelo va oltre un semplice gesto esteriore. È un impegno a seguire l'esempio di Maria nella vita quotidiana, a vivere con umiltà, amore e dedizione verso Dio e verso il prossimo. Chi porta lo scapolare è chiamato a vivere una vita di preghiera, a praticare la carità e a cercare la conversione del proprio cuore.


Consacrazione alla Madonna del Carmelo

Indossare lo scapolare rappresenta un atto di consacrazione alla Madonna del Carmelo e un impegno a seguire il suo esempio di vita virtuosa. La consacrazione alla Madonna si traduce nell'imitare i suoi atteggiamenti e comportamenti, cercando di compiere ogni cosa come Lei l'avrebbe fatta.
È importante comprendere che la promessa di liberazione dal Purgatorio per coloro che indossano lo scapolare non è un privilegio automatico o un lasciapassare per il paradiso. Il vero valore dello scapolare risiede nella fede e nella devozione vissute durante la vita. L'atto di indossare lo Scapolare è un segno tangibile di amore e consacrazione alla Madonna, ma è necessario accompagnarlo con una vita di preghiera, virtù e ricerca della santità.


L'Origine dello Scapolare Carmelitano

Inizialmente, lo Scapolare era un indumento senza maniche e aperto sui lati, utilizzato dai monaci e dai frati nel Medioevo per coprire l'abito sul petto e sulla schiena, al fine di preservarlo dalle macchie durante il lavoro. Col passare del tempo, lo Scapolare si è ridotto di dimensioni fino a essere costituito da due piccoli pezzi rettangolari di lana marrone, sui quali di solito sono presenti l'immagine della Vergine e quella di Gesù che mostra il Proprio Cuore. Questi pezzi sono uniti da stringhe e vengono indossati sul petto e sulla schiena.
Lo scapolare richiede la benedizione di un sacerdote durante la solenne cerimonia di imposizione. Durante questo sacro rito, il sacerdote pronuncia preghiere di benedizione e consacrazione sullo Scapolare, invocando la protezione e l'intercessione della Vergine Maria. La benedizione conferisce allo Scapolare una speciale grazia e potenza spirituale, rendendolo un segno visibile della devozione e dell'appartenenza a Maria. È un momento di profonda spiritualità in cui il fedele si avvicina a Dio attraverso la mediazione materna di Maria, affidando la propria vita e la propria devozione nelle sue mani amorevoli.
Lo Scapolare, detto anche "Abitino", è una forma simbolica di "rivestimento", un segno di appartenenza. Mentre il battesimo esprime l'appartenenza a Cristo, lo Scapolare proclama l'appartenenza a Maria.


L'Alternativa della Medaglia del Carmelo

Con l'approvazione di Papa Pio X, è stata concessa l'alternativa di indossare una Medaglia del Carmelo al posto dello Scapolare di stoffa. La Medaglia, benedetta dalla Chiesa, rappresenta un segno tangibile della devozione alla Madonna del Carmelo e al Sacro Cuore di Gesù. La sua immagine ricorda l'appartenenza a Maria e la fiducia nella sua intercessione.
È possibile indossare la medaglia durante il giorno e, in un gesto di rinnovata consacrazione serale, mettere lo scapolare per la notte. Questo rituale quotidiano rafforza il legame con Maria, rinnova la fiducia nella sua materna protezione e ci ricorda l'importanza di vivere secondo i valori del Vangelo.


L'influenza della Beata Maria Vergine del Monte Carmelo nel mondo moderno

La devozione alla Madonna del Carmelo continua ad avere un impatto significativo nella vita dei fedeli e nella spiritualità carmelitana. L'Ordine del Carmelo si impegna a diffondere la sua spiritualità contemplativa e ad accompagnare i fedeli nella loro crescita spirituale. In tutto il mondo, milioni di persone trovano conforto, ispirazione e guida nella Beata Maria Vergine del Monte Carmelo.

Torna al blog

Benvenuti in Piazza San Pietro

Guarda il nostro video promozionale realizzato domenica 7 agosto 2022.
Un grande ringraziamento ai nostri clienti che hanno accettato di farsi filmare, lo apprezziamo molto.