VALENTINE'S DAY: BETWIXT LEGENDS AND MARTYRDOM

SAN VALENTINO: TRA LEGGENDE E MARTIRIO

Le notizie certe su San Valentino sono scarse, immerse in un mistero intriso di leggende tramandate attraverso i secoli. Si parla addirittura di più santi omonimi, due dei quali, entrambi martirizzati a Roma, potrebbero essere la stessa figura, secondo alcune interpretazioni.

 

I Due Valentini Martiri

La storia del primo San Valentino, un presbitero romano, risale al 270 d.C. durante la persecuzione di Claudio II, detto il Gotico. Invitato al palazzo imperiale, Valentino rifiutò di adorare gli Dèi pagani, portando Claudio a consegnarlo a un nobile romano. Si narra che Valentino restituì la vista alla figlia cieca del nobile, convertendo così l'intera famiglia al cristianesimo. Appreso della conversione, Claudio condannò a morte Valentino, decapitandolo al secondo miglio della via Flaminia, dove fu successivamente sepolto.

Il secondo San Valentino, vescovo di Terni in Umbria, sarebbe vissuto settant'anni dopo il primo. Invitato a Roma da Cratone, filosofo, per guarire il figlio da una deformità, Valentino compì un altro miracolo. Anche in questo caso, la famiglia si convertì al cristianesimo, ma Placido, figlio del prefetto, non tollerò la conversione e fece decapitare Valentino segretamente, sempre al secondo miglio della Flaminia. Il corpo fu poi trasportato a Terni e sepolto nel luogo in cui oggi sorge la Basilica di San Valentino costruita nel IV secolo, dove è possibile visitare l’urna di San Valentino posta sotto l’altare maggiore della Basilica alla fine del ‘700.

Le analogie tra le due storie fanno sospettare che sia esistito un solo San Valentino, quello di Terni, con diverse narrazioni sovrapposte e tramandate erroneamente nel corso dei secoli.

 

La Diffusione del Culto

Certamente, il culto di San Valentino si diffuse nei monasteri francesi e inglesi nel Medioevo grazie ai Benedettini, custodi della basilica ternana. La preservazione e la diffusione della storia contribuirono a consolidare la figura di San Valentino come martire venerato.

San Valentino è il Santo Patrono della città di Terni, e proprio qui è stato istituito il Premio “San Valentino un anno d’amore” che ha cadenza biennale e che premia chi si distingue con azioni volte alla carità cristiana, alla pace e all’unità fra i popoli.

 

San Valentino, Santo degli Innamorati

Le molteplici storie che circondano la vita di San Valentino hanno plasmato il suo nome in un simbolo d'amore, collegandolo indissolubilmente agli innamorati. Tra queste narrazioni affascinanti, una delle più celebri coinvolge il santo in un gesto di conciliazione tra due giovani litiganti.

Si racconta che San Valentino, si avvicinò a due giovani innamorati che litigavano, portando con sé una rosa. Con dolcezza, li invitò a tenerla unita nelle loro mani. Questo semplice gesto, simbolo di pace e amore, miracolosamente li riconciliò all'istante.

Un'altra storia affonda le radici nel periodo in cui San Valentino era già stato nominato Vescovo di Terni. Narra che egli celebrò il matrimonio tra Serapia, giovane cristiana malata, e il centurione romano Sabino. Valentino, chiamato al capezzale della ragazza, battezzò il centurione e celebrò il sacro vincolo matrimoniale, nonostante l'opposizione dei genitori. Questo gesto fece di San Valentino il protettore dei matrimoni.

Le storie intorno a San Valentino rivelano la sua profonda connessione con l'amore e la conciliazione. La sua figura si erge come un faro di speranza per gli innamorati e una guida per coloro che cercano la pace nei loro rapporti.

 

San Valentino: Il 14 Febbraio, Giorno di Amore e Tradizione

La scelta del 14 febbraio per celebrare la festa di San Valentino, conosciuta anche come la festa degli innamorati, è legata a un'antica decisione della Chiesa cattolica. Questo giorno, infatti, commemora la morte del Santo, dando vita a una tradizione che si è radicata in tutto il mondo.

La festa di San Valentino è stata istituita nel 496 dal Papa Gelasio I. Questa data sostituì la festa dei “Lupercali”, gli antichi riti pagani dedicati al dio della fertilità Luperco, originariamente celebrata il 15 febbraio, che prevedeva festeggiamenti sfrenati apertamente in contrasto con la morale e l'idea di amore dei cristiani.

La Chiesa cattolica quindi, decise di sovrapporre la celebrazione cristiana alla festa pagana, trasformando il 14 febbraio in un giorno dedicato all'amore e al ricordo di San Valentino.

L'associazione tra San Valentino e l'usanza di scambiarsi messaggi d'amore e regali, sembra risalire all'Alto Medioevo, quando in un uno scritto di Geoffrey Chaucer, il giorno di San Valentino è collegato alle danze d'amore degli uccellini. Questo legame romantico ha contribuito a trasformare San Valentino nel patrono degli innamorati, celebrato con amore in tutto il mondo.

 

La Tradizione dei "Valentine" nei Paesi Anglosassoni

Le radici della festa di San Valentino in Inghilterra affondano nel Medioevo, creando una tradizione unica che ha resistito al passare dei secoli.

Intorno al 14 febbraio, i giovani innamorati partecipavano a un rituale affettuoso, contribuendo a plasmare la celebrazione moderna di questo giorno speciale. Portavano un dono prezioso alla propria innamorata, lo lasciavano sull'uscio della sua abitazione e poi scappavano via. Questo atto simbolico era un modo di esprimere amore e affetto senza rivelare direttamente l'identità dell'innamorato.

Verso il XVII secolo, la tradizione si evolse con l'emergere dei primi "Valentines", piccoli bigliettini anonimi contenenti frasi d'amore. Nonostante la resistenza della società inglese all'espressione aperta di affetto, la pratica dei Valentines si diffuse ampiamente. La possibilità di dichiarare il proprio amore in modo anonimo contribuì al fascino della tradizione. Anche i reali, come testimonia la storia delle lettere inviate da Carlo D'Orléans alla sua "tres doulce Valentinèe" mentre era prigioniero, parteciparono a questa dolce e romantica consuetudine.

Oggi, la festa di San Valentino in Inghilterra conserva tratti della sua originaria dolcezza medievale. Sebbene la pratica dei "Valentines" sia evoluta con l'uso di biglietti, fiori e regali, l'essenza romantica di lasciare un segno d'amore permane nel cuore della celebrazione.

 

Il V-Day negli Stati Uniti: Una Festa Inclusiva

Gli Stati Uniti celebrano questa ricorrenza in modo unico, trasformando il Valentine's Day o V-Day, in un'esperienza festiva che va ben oltre il romanticismo tradizionale. A differenza della versione “classica”, il Valentine's Day non è riservato esclusivamente alle coppie. La sua portata coinvolge amici, insegnanti, colleghi, parenti e chiunque sia parte dei propri affetti. La festa inizia fin dai banchi di scuola, diventando un'occasione per esprimere apprezzamento, gratitudine e affetto a chiunque abbia un significato nella vita di ognuno.

È un momento in cui si celebra l'amore in tutte le sue forme, creando connessioni e rafforzando legami che vanno al di là delle relazioni romantiche.

 

Regali di San Valentino dal profondo significato spirituale

Cioccolatini, fiori, cene a lume di candela, e molto altro! Ma se vogliamo stupire le persone che amiamo, perché non pensare a un dono dal significato più profondo? L'amore può essere espresso in molteplici modi, ed è bellissimo che esista un giorno in cui ci venga ricordato quanto è importante. Amare e essere amati è una bellezza unica, e San Valentino è l'occasione perfetta per riflettere su questo sentimento.

Se abbiamo il privilegio di amare -nel senso più ampio del termine e non limitandoci all’amore romantico per eccellenza- sappiamo quanto siamo fortunati e quanto dobbiamo essere riconoscenti per questo. Tuttavia, durante la Festa di San Valentino, possiamo davvero fare qualcosa di speciale per mostrare la nostra gratitudine per il dono che riceviamo da chi amiamo ogni giorno.

Possiamo donare questo amore ai nostri cari in tanti modi, e dobbiamo farlo, ogni giorno!

Nel giorno della Festa di San Valentino, possiamo lasciare il segno e mostrare tutta la nostra riconoscenza. Pensiamo anche a un gioiello, non importa se prezioso o meno, l’importante è che sia donato col cuore, e ci può essere un amore più grande di quello del Signore e della Madonna? Allora scegliamo Rosari deliziosi, anelli meravigliosi e medaglie della Miracolosa. Tutti oggetti che sono preziosi anzitutto per il loro significato spirituale!

Dai un’occhiata alla selezione che abbiamo creato appositamente per questa festa speciale, cliccando qui.

Torna al blog

Benvenuti in Piazza San Pietro

Guarda il nostro video promozionale realizzato domenica 7 agosto 2022.
Un grande ringraziamento ai nostri clienti che hanno accettato di farsi filmare, lo apprezziamo molto.