Cresima

IL SACRAMENTO DELLA CRESIMA

La Cresima, o Confermazione, deriva dal termine ecclesiastico latino, proveniente dal greco "chrisma" che significa "unzione". È uno dei sette sacramenti riconosciuti della Chiesa cattolica e svolge un ruolo di grande importanza nella vita di un credente. È il momento in cui una persona conferma e riafferma la propria fede.

Inizialmente questo Sacramento non aveva un nome specifico ma veniva identificato col gesto del vescovo che lo impartiva, ovvero l’Imposizione delle mani. Successivamente, prese il nome di "sigillo", per sottolineare il legame che veniva instaurato con Gesù Cristo. Solo in tempi recenti è diventato comune l'utilizzo del termine "Confermazione" o "completamento", perché grazie alla Confermazione (Cresima) ci si unisce a Cristo e si accoglie la forza dello Spirito Santo.

La Cresima è legata indissolubilmente al Battesimo. Questi Sacramenti, assieme all’Eucaristia, costituiscono un unico evento salvifico noto come "iniziazione cristiana".

 

Storia della Cresima

La storia della Cresima risale ai primi tempi della Chiesa, quando era considerata un modo per proteggere i cristiani appena battezzati dalle persecuzioni.

In passato, i Sacramenti di iniziazione Cristiana (Battesimo, Cresima, Eucaristia) erano celebrati in una cerimonia unica durante la Veglia Pasquale per i catecumeni adulti. Questi venivano battezzati nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, ricevevano un abito bianco e poi il vescovo imponeva loro le mani e li ungeva con olio. Successivamente partecipavano per la prima volta all'Eucaristia. Ancora oggi, le Chiese orientali celebrano tutti e tre i sacramenti simultaneamente.

In Occidente, dopo l’Editto di Costantino e l'espansione sempre più ampia del Cristianesimo, si è sviluppato un nuovo approccio all'iniziazione con la separazione dei tre Sacramenti. C'è stato un incremento dei battesimi dei bambini e, con il declino del catecumenato per gli adulti, i sacramenti sono stati celebrati in momenti diversi nel tempo. La Cresima è rimasta celebrata dal vescovo (come ancora accade) e dopo il battesimo è stata ritenuta necessaria un'ulteriore formazione cristiana. Nel caso in cui un adulto venga battezzato, riceve immediatamente la Cresima e partecipa all'Eucaristia.

 

Il Significato Spirituale della Cresima

La Cresima simboleggia il dono dello Spirito Santo su coloro che lo ricevono. È un atto di consacrazione e un'occasione per rafforzare la fede cristiana. Spesso considerata come un passo importante nel percorso verso l'età adulta, a volte è chiamata "il Sacramento della Maturità", perché indica che una persona è pronta a partecipare pienamente alla vita della Chiesa.

 

La cerimonia della Cresima

Il rito della Cresima varia tra la Chiesa cattolica latina e le Chiese orientali, sia cattoliche che ortodosse. Nelle Chiese orientali, i tre Sacramenti dell'iniziazione sono conferiti contemporaneamente dai neonati.

Per la Chiesa Cattolica latina si ritiene opportuno conferire questo Sacramento quando la persona è già adulta e quindi consapevole di ciò che sta ricevendo. Solitamente è richiesto un corso di catechesi di preparazione alla Cresima della durata minima di un anno. Tale preparazione coinvolge l'apprendimento, la riflessione e la crescita spirituale. I partecipanti sono incoraggiati a comprendere appieno il significato e l'impegno che stanno per assumere.

Il rito della Cresima è conferito dal vescovo o da un sacerdote autorizzato. Durante la cerimonia, il sacerdote impone le mani sui confermati, invocando lo Spirito Santo su di loro. Successivamente, unge la loro fronte con il Crisma sacro, tracciando il segno della croce, e chiede loro di impegnarsi a vivere secondo i valori evangelici. L'olio del Crisma simboleggia la trasformazione e la consacrazione, mentre l'imposizione delle mani rappresenta l'invito ad evangelizzare e testimoniare la fede. La partecipazione a questo sacramento richiede una preparazione consapevole, una celebrazione per ricevere la grazia e un impegno attivo nella comunità ecclesiale per vivere la fede quotidianamente.

A differenza delle Chiese orientali, la Chiesa latina richiede la presenza di un padrino o di una madrina, già confermati, che accompagnino il battezzato durante il sacramento della Cresima.

I padrini e le madrine svolgono un ruolo significativo nella vita del cresimando, offrendo sostegno spirituale e accompagnando il loro cammino di fede. La loro scelta non può essere casuale, sono figure di riferimento che guideranno il cresimando nel suo percorso successivo.

Non dimentichiamo infatti, che la Cresima è anche un requisito necessario per la celebrazione del Matrimonio in Chiesa!

 

Cosa regalare per la Cresima

Decidere cosa regalare in queste occasioni particolari può essere un compito complesso, e la scelta dipende spesso dal ruolo che si svolge, che sia padrino/madrina o semplicemente invitato alla cerimonia.

In ogni caso, la Cresima rappresenta un passaggio fondamentale per i ragazzi e le ragazze che ricevono questo sacramento per la prima volta, e qualsiasi pensiero, anche di piccole dimensioni, sarà apprezzato e significativo. Un bel ricordo per un giorno così importante.

Optare per un dono che abbia una durata nel tempo è spesso la scelta migliore. Cosa potrebbe essere più appropriato di una medaglietta che raffigura il vescovo che celebra la Cresima dei ragazzi? Questa medaglietta può essere scelta in oro o argento, garantendo sempre un risultato di grande valore.

Se si desidera fare un regalo più sorprendente, si può considerare un set in oro o argento. Per trovare ulteriori idee di regali appropriati e adatti a ogni budget, dà un’occhiata alla sezione che abbiamo dedicato alla Cresima!

Torna al blog